Ma la professionalità così tanto sbandierata e presente sulla bocca di tutti cos’è?

Alcune definioni di questo termine possono essere:
-> la capacità di svolgere la propria attività con competenza ed efficienza.
-> Complesso di qualità che distinguono il professionista dal dilettante, quali la competenza, la costanza dell’impegno, la scrupolosità ecc.

Nel nostro settore essere professionali significa, prima di tutto e concretamente:

  • Esser puntuali al prelievo del cliente.
  • Essere affidabili. Questa caratteristica emerge durante lo svolgimento del servizio e prevede la gestione fruttuosa di tutte quelle situazioni ordinarie e straordinarie che possono manifestarsi, durante lo stesso, senza pregiudicarne la sua riuscita. Ad esempio considerare percorsi alternativi che consentano di evitare code estenuanti, preoccuparsi che I passeggeri non risentano del viaggio assicurando loro alcune soste, ecc.
  • creare un rapporto di enpatia con le persone (prima che con il cliente) in modo che percepiscano di ricevere le giuste attenzioni. Per esempio accertarsi che la temperatura dell’ambitacolo non sia eccessivamente calda o fredda, che il tono della radio non sia troppo invasivo, ecc.

Accanto a queste vengono considerati soddisfatti altri aspetti fondamentali come l’abbigliamento sufficientemente elegante ma pratico, l’esibire una presenza curata e gradevole, ecc.

Sotto questa chiave di lettura va considerato il feedback seguente:

“… ancora grazie al vostro autista che stamattina ha evitato 2 code in autostrada e mi ha permesso di prendere il volo a tempo.” – Roberto Arcaro

CategoryNews